martedì 20 marzo 2007

Qui c'è l'attesa, che spesso non serve. C'è sempre qualcosa da fare nel frattempo, volendo. I frattempi sono la gran parte del tempo, quindi meglio sapere cosa farne. La Philip Morris ci campa, su questa cosa dei frattempi.
E uno sta l' a fumare una sigaretta e non si avvede. Perché spesso è nei frattempi che accadono gli eventi, gli eventi non sempre si organizzano. Dice, che vuoi fare nella vita? Dice, fa, organizzare eventi. Eh no, mica va bene, mica funziona così.
Bisognerebbe prepararsi a capire gli eventi. Che mica tutti gli eventi sono un evento, certe cose accadono in silenzio, e allora occorre essere molto più silenziosi del silenzio, molto più silenziosi di una sigaretta. Che vuoi fare nella vita? Capire gli eventi. Allora sì. Allora per prima cosa, oh, smetti di fumare.

L'attesa, se non sai come impiegare i frattempi, è noiosa. La noia si alimenta da sé, la noia ingrassa. La noia è grassa, e le cose grasse è difficile nasconderle. La noia si nutre anche di sigarette, di due passi.

Vado a suonare col mio nuovo gruppo, l'attesa è finita.

2 commenti:

bak ha detto...

Giocare a scacchi è un modo utile, nell'attesa, di svelare i segreti che sottendono gli eventi.

O<-<

sgamas ha detto...

sona va..